Le Officine del Racconto, 20 dicembre – Roma: il romanzo psicologico

Il romanzo psicologico rappresenta sicuramente una delle principali produzioni della letteratura novecentesca, tale da condizionare i metodi di scrittura e le analisi dei personaggi dei principali scrittori e maestri delle letteratura che vanno da Conrad a Dostoevskij, i precursori di questo genere, passando per Marcel Proust e Virginia Woolf, fino ad arrivare a Georges Simenon, Sandor Marai e Amèlie Nothomb. L’analisi psicologica, il monologo interiore, il rapporto tra il personaggio e il tempo: questi ed altri concreti elementi di scrittura verranno approfonditi nel corso de “Le Officine del Racconto” del 20 dicembre, attraverso i testi dei principali scrittori che hanno utilizzato tematicamente e strutturalmente una nuova forma di romanzo e di narrazione a partire da questo tipo di costruzione del personaggio, protagonista della vicenda.

troppa-felicita-di-alice-munro-premio-nobel

TITOLO: Il romanzo psicologico
LUOGO: Accademia di Città Giardino, via Cimone 150 (Zona Montesacro/Piazza Sempione) – Roma
ORARIO: 10 -16
COSTO: 40 euro
DOCENTE: Francesco Izzo

Caratteristiche del romanzo psicologico
Una premessa teorica: Milan Kundera e “la crepa”
Una premessa storica: la malinconia (da Vincent van Gogh a Freud)
Il personaggio: lo spazio della mente e il tempo
I precursori: Jane Austen, Joseph Conrad e Fëdor Dostoevskij
Virginia Woolf: il realismo psicologico
Franz Kafka: la visione onirica
Costruire il conflitto: letteratura e psicologia
Il romanzo ‘esistenziale’ di Albert Camus

La costruzione del romanzo psicologico
Il personaggio: il monologo interiore e il flusso di coscienza
Il romanzo di memoria: biografia e storia
Il romanzo di crisi: Georges Simenon
Scrivere la biografia intima dei personaggi
La ambientazioni nel romanzo psicologico
Il punto di vista
I personaggi come ‘casi clinici’

Testi:
“L’arte del romanzo” di Milan Kundera
“La coscienza di Zeno” di Italo Svevo
“Alexis o il trattato della lotta vana” di Marguerite Yourcenar
“La nausea” di Jean-Paul Sartre
“L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera
“La signora Dalloway” di Virginia Woolf
“In caso di disgrazia” di Georges Simenon
“Delitto e castigo” di Fëdor Dostoevskij
“Lo straniero” di Albert Camus
“L’amante” di Marguerite Duras
“Il diario di Edith” di Patricia Highsmith

Laboratorio di scrittura:
Lo specchio.

Per informazioni e prenotazioni potete contattare la nostra segreteria organizzativa all’indirizzo email: leofficinedelracconto@gmail.com.
Oppure contattare direttamente Francesco Izzo, direttore didattico e docente dei corsi, all’indirizzo email: corsidiscritturacreativa@gmail.com o al numero di telefono 3483235264.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...