Le Officine del Racconto – 9 novembre: Scrivere un racconto

«C’è chi dice che il racconto sia una delle forme letterarie più difficili, e io mi sono sempre chiesta il perché di questa convinzione, visto che a me pare uno dei modi più spontanei e fondamentali dell’espressione umana».  Questa affermazione della scrittrice americana Flannery O’Connor mette in evidenza due aspetti fondamentali dell’arte narrativa: da un lato la spontaneità della forma, dall’altro la difficoltà di raggiungere la semplicità e di colpire il lettore con uno strumento così sintetico ed essenziale. L’Officina di Roma del 9 novembre affronterà tutte le questioni più spinose dell’arte di scrivere racconti, attraverso l’analisi dettagliata dei testi dei grandi maestri di questo genere letterario e l’illustrazione di una serie di regole da tener presente nella costruzione dei propri racconti.

Sam Riley as Sal Paradise (alias Jack Kerouac)

Gli elementi strutturali del racconto
Forma e natura del racconto
La costruzione del personaggio nel racconto
Le ambientazioni
Analisi della novella “La casa Tellier” di Guy de Maupassant
Analisi di “Cattedrale” di Raymond Carver
Analisi de “Il campo di grano” di Cesare Pavese
Analisi de “La signora col cagnolino” di Anton Cechov
Analisi di “Fatalità” di Alice Munro

Dall’idea al racconto
Trovare l’idea iniziale
Il germe del racconto: la prima lavorazione
Creare una mappa del racconto
I problemi nella prima stesura
I principi tecnici della revisione
Dalla prima alla seconda stesura

Il metodo di Raymond Carver
Il metodo di Ernest Hemingway

Bibliografia parziale del corso
“Cattedrale” di Raymond Carver
“Tutti i racconti” di Ernest Hemingway
“Racconti” di Cesare Pavese
“Ultimo viene il corvo” di Italo Calvino
“Il vecchio e il mare” di Ernest Hemingway
“La signora col cagnolino” di Anton Cechov
“Le notti bianche” di Fëdor Dostoevskij
“In fuga” di Alice Murno
“Finzioni” di Jorge Luis Borges
“Il messaggio dell’imperatore” di Franz Kafka
“Come scrivo racconti” di W. Somerset Maugham
“Natura e scopo della narrativa” di Flannery O’Connor
“Gente di Dublino” di James Joyce

Titolo:  SCRIVERE UN RACCONTO
Luogo:  Roma, Scuola di Città Giardino, via Cimone 150 – Zona Montesacro (Piazza Sempione)
Costo:  35 euro
Docente: Francesco Izzo

Per informazioni e approfondimenti sulle modalità di partecipazione al laboratorio di scrittura creativa di Roma potete mandare una email a corsidiscritturacreativa@gmail.com oppure telefonare al numero 3483235264.

Laboratorio gratuito di scrittura creativa – Napoli, 16 novembre: Orientarsi con le stelle, come e perché si scrive

L’Officina di Napoli del 16 novembre si occuperà della scrittura come ragione di vita e scelta professionale. Verranno illustrati gli strumenti per sviluppare le idee creative e i metodi per crearsi un programma di lavoro costante e disciplinato. Questa lezione gratuita sarà anche un’occasione per presentare l’attività didattica de “Le Officine del Racconto” a Napoli nella suggestiva cornice del Palazzo Serra di Cassano, sede del prestigioso “Istituto Italiano per gli Studi Filosofici”.

Titolo: ORIENTARSI CON LE STELLE – COME E PERCHE’ SI SCRIVE
Luogo: Napoli, presso l’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, via Monte di Dio, 14 – Palazzo Serra di Cassano
Orario: 09.30 – 13.00
Docente: Francesco Izzo

??????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????

Orientarsi con le stelle: come e perché si scrive
La scrittura come vocazione: la parabola della tenia di Mario Vargas Llosa
Il mestiere dello scrittore: la scrittura come professione
La scrittura come terapia: autobiografia ed autoanalisi
Orientarsi con le stelle: imitazione e ispitazione
Una stanza tutta per sé: i luoghi della scrittura
Il materiale creativo: la ricerca delle idee
Il materiale creativo: la palestra della scrittura
Strumenti per sviluppare plot, personaggi e idee creative
La disciplina dello scrittore: tempo della vita e tempo della scrittura
Scrittura e destino: come gestire il processo creativo
Le tappe del processo creativo: preparazione, sviluppo e revisione
Perché scrivere: le opinioni degli scrittori
La pratica della scrittura: la parabola di Haruki Murakami
La necessità della scrittura: Rainer Maria Rilke

Bibliografia parziale del corso

Raymond Carver, “Il Mestiere di scrivere”
Haruki Murakami, “L’arte di correre”
Virginia Woolf, “Una stanza tutta per sé”
Virginia Woolf, “Diario di una scrittrice”
Sylvia Plath,”Diari”
Rainer Maria Rilke, “Lettere a un giovane poeta”
The Paris Review, Interviste (volume 1 e 2)
Jean- Paul Sartre, “Le parole”
Franz Kafka, “Diari”
Cesare Pavese, “Il mestiere di vivere”
Natalia Ginzburg, “E’ difficile parlare di sé”
Mario Vargas Llosa, “Lettere a un aspirante romanziere”

Per maggiori informazioni sulle Officine di Napoli, contattateci all’indirizzo email corsidiscritturacreativa@gmail.com oppure al numero 348 3235264.

Le Officine del Racconto – 19 ottobre: corso di drammaturgia

L’Officina di Roma del 19 ottobre si occuperà delle tecniche fondamentali del linguaggio drammaturgico; analizzeremo gli strumenti narrativi della messa in scena che servono sia nei testi teatrali, che in quelli cinematografici e televisivi. Una lezione che attraverserà il teatro classico e moderno da Eschilo a Beckett, il cinema, da Truffaut ad Almodovar, e le serie televisive contemporanee di scuola americana ed europea.

stage-background

Titolo: CORSO DI DRAMMATURGIA – GLI ELEMENTI BASE DELLA SCRITTURA DRAMMATURGICA
Luogo: Accademia di Città Giardino, via Cimone 150 – Zona Montesacro (Piazza Sempione)
Orario: 10 – 17
Costo: 35 euro
Docente: Francesco Izzo

Drammaturgia – Gli elementi base
Gli elementi della messa in scena
L’azione drammatica
Dal testo alla scena: il problema della rappresentazione
Come si costruisce una scena: dall’azione al dramma
Elementi di base: il personaggio e il conflitto
L’incidente scatenante
La funzione del climax
Climax e conflitto
Il colpo di scena
La crisi
La struttura in tre atti
Il tempo e l’azione
Le tecniche narrative per la messa in scena:il cinema e la televisione

Principali opere di riferimento
Sofocle, “Edipo re”
William Shakespeare, “Amleto”
William Shakespeare, “Il mercante di Venezia”
Carlo Goldoni, “La locandiera”
Carlo Goldoni, “La bottega del caffè”
Anton Cechov, “Il giardino dei ciliegi”
Arthur Miller, “Morte di un commesso viaggiatore”
Henrik Ibsen, “Casa di bambola”
Eduardo De Filippo, “Questi fantasmi”
Samuel Beckett, “Aspettando Godot”
Frank Capra, “La vita è meravigliosa”
Alfred Hitchcock, “La finestra sul cortile”
Dino Risi, “Il sorpasso”
Billy Wilder, “A qualcuno piace caldo”
Pedro Almodovar, “Tutto su mia madre”

Per maggiori informazioni sulle Officine di Roma, scriveteci all’indirizzo corsidiscritturacreativa@gmail.com oppure telefonandoci al 348 3235264.

Le Officine del Racconto – Calendario: autunno 2013

ScrivereProsegue a Roma l’attività didattica de “Le Officine del Racconto” attraverso una serie di lezioni e laboratori di scrittura creativa che attraverseranno tutti gli aspetti fondamentali della tecnica narrativa e gli  elementi costitutivi delle forme letterarie. La caratteristica delle Officine è la possibilità per ogni allievo di iscriversi alle singole unità didattiche in base al percorso formativo che si intende seguire: romanzo, racconto o drammaturgia. Le Officine del Racconto è un’iniziativa di carattere nazionale che, a partire da Roma, toccherà altre città italiane, grandi e piccole. Queste le prossime date:

12 ottobre: La costruzione del personaggio

La creazione di un personaggio rappresenta senz’altro il momento essenziale nella costruzione di un romanzo: essa sostanzia la trama e consente allo scrittore di sviluppare tutte le potenzialità della storia. Nell’Officina del 12 ottobre verranno analizzate le diverse tecniche per la costruzione e la caratterizzazione dei personaggi e presentati diversi prototipi di personaggi, eroi, eroine ed antieroi tratti dalla letteratura classica e contemporanea.

19 ottobre: La scrittura drammaturgica

Questa Officina illustrerà le tecniche di scrittura drammaturgica, gli elementi costitutivi della messa in scena e la creazione dei personaggi drammatici nel teatro, nel cinema e nelle serie Tv.

9 novembre: Scrivere un racconto – Livello base

L’Officina di Roma del 9 novembre affronterà tutte le questioni più spinose dell’arte di scrivere racconti, attraverso l’analisi dettagliata dei testi dei grandi maestri di questo genere letterario e l’illustrazione di una serie di regole da tener presente nella costruzione dei propri racconti.

23 novembre: Come si crea un romanzo – Laboratorio di scrittura collettiva

Durante questa lezione verrà messa in atto una simulazione del lavoro necessario alla costruzione romanzesca: dall’idea iniziale, allo sviluppo dei personaggi, attraversando la creazione della scaletta dei capitoli fino alla realizzazione della prima stesura.

14 dicembre: Vivere per raccontarla – La scrittura autobiografica

Esiste un rapporto molto stretto tra l’autobiografia e la creazione letteraria. Nella costruzione delle storie molti elementi portanti fanno riferimento ad esperienze personali dell’autore, al proprio vissuto e ad elaborazioni di proprie fantasie o paure; oppure si tratta di creazioni totalmente autobiografiche, che nascono cioè da concrete esperienze di vita dell’autore. È stato così per alcuni grandi scrittori come Charles Dickens, Fëdor Dostoevskij, Franz Kafka, Marguerite Duras, Virginia Woolf e molti altri. Il laboratorio sulla scrittura autobiografica di Roma, “Vivere per raccontarla” ha l’obiettivo di analizzare questi elementi presenti all’interno di numerose produzioni letterarie ed aiutare ad utilizzare produttivamente questi materiali autobiografici all’interno di un proprio testo.