Le Officine del Racconto, 13 luglio – Orientarsi con le stelle: come e perché si scrive

L’Officina di Roma del 13 luglio si occuperà della scrittura come ragione di vita e scelta professionale. Verranno illustrati gli strumenti per sviluppare le idee creative e i metodi per crearsi un sistema di lavoro costante e disciplinato. Questa lezione chiude l’anno accademico de “Le Officine del Racconto” prima della pausa estiva: per questo motivo gli iscritti godranno di uno sconto del 50% sul costo di partecipazione (35 euro invece di 70).

Titolo: ORIENTARSI CON LE STELLE – COME E PERCHE’ SI SCRIVE
Luogo: Roma, Scuola di Città Giardino, via Cimone 150 – Zona Montesacro (Piazza Sempione)
Orario: 10 – 16 (con una pausa pranzo di un’ora a partire dalle 13.30)
Costo: 35 euro
Docente: Francesco Izzo

Steven Lowe at the Beat Hotel

Orientarsi con le stelle – Come e perché si scrive
La scrittura come vocazione: la parabola della tenia di Mario Vargas Llosa
Il mestiere dello scrittore: la scrittura come professione
La scrittura come terapia: autobiografia e autoanalisi
Orientarsi con le stelle: imitazione e ispirazione
Una stanza tutta per sé: i luoghi della scrittura
Strumenti per sviluppare plot, personaggi e idee narrative
La disciplina dello scrittore: tempi della vita e tempi della scrittura
Scrittura e destino: come gestire il processo creativo
Le tappe del processo creativo: preparazione, sviluppo e revisione
Perché scrivere: le opinioni degli scrittori
La pratica della scrittura: una parabola di Haruki Murakami
La necessità della scrittura: a lezione da Rainer Maria Rilke

Bibliografia parziale del corso:
Raymond Carver, “Il mestiere di scrivere”
Haruki Murakami, “L’arte di correre”
Virginia Woolf, “Una stanza tutta per sé”
Virginia Woolf, “Diario di una scrittrice”
Sylvia Plath, “Diari”
Rainer Maria Rilke, “Lettere a un giovane poeta”
The Paris Review, “Interviste” (Volume 1 e 2)
Jean.Paul Sartre, “Le parole”
Franz Kafka, “Diari”
Milan Kundera, “Il sipario strappato”
Milan Kundera, “L’arte del romanzo”
John Gardner, “Il mestiere dello scrittore”
Flannery O’Connor, “Natura e scopo della narrativa”
Mario Vargas Llosa, “Lettere a un aspirante romanziere”
Cesare Pavese, “Il mestiere di vivere”
Elio Vittorini, “Diario in pubblico”
Natalia Ginzburg, “E’ difficile parlare di sé” (a cura di Marino Sinisbaldi)

Per maggiori informazioni: contattateci all’indirizzo email corsidiscritturacreativa@gmail.com oppure allo 3483235264.

Annunci

Le Officine del Racconto – 22 giugno: scrivere il personaggio

L’Officina di Roma del 22 giugno si occuperà di come scrivere il personaggio. Verranno illustrate le tecniche di scrittura e mostrati  i materiali preparatori (schede, appunti inediti, mappe, ecc.) impiegati dai grandi scrittori nella creazione dei loro memorabili personaggi. In modo particolare, si farà riferimento per questa lezione alle Officine della creatività di John Fante,  Ernest Hemingway, Marguerite Yourcenar, Georges Simenon, Fedor Dostoevskij e Truman Capote.

Titolo:  SCRIVERE IL PERSONAGGIO – LE OFFICINE DELLA CREATIVITA’
Luogo:  Roma, Scuola di Città Giardino, via Cimone 150 – Zona Montesacro (Piazza Sempione)
Costo:  70 euro
Docente: Francesco Izzo

a37b2bc3d6e0d544bf44b534a7b69003

Scrivere il personaggio – Le Officine della creatività

Il personaggio e il centro segreto della storia
La costruzione di un personaggio storico
Attualità e letteratura: dalla cronaca al romanzo
Costruire la vita dei personaggi
La carenza fondamentale
La tecnica di costruzione “in abisso” di Georges Simenon
La tecnica di ricerca di Marguerite Yourcenar
I taccuini dello scrittore
Come realizzare una scheda del personaggio
Personaggio con e senza ‘statura’
Le “mappe” di F. Dostoevskij
Hemingway: verità e personaggio
Truman Capote: giornalismo e letteratura
Personaggio e autobiografia

Laboratorio
Un personaggio indimenticabile

Bibliografia parziale del corso
John Fante, “Chiedi alla polvere”
John Fante, “Sogni di Bunker Hill”
Marguerite Yourcenar, “Memorie di Adriano”
Marguerite Yourcenar, “Taccuini”
Truman Capote, “A sangue freddo”
Beppe Fenoglio, “Il partigiano Johnny”
F. Dostoevskij, “L’idiota”
F. Dostoevskij, “I fratelli Karamazov”
Georges Simenon, “L’orologiaio di Everton”
Ernest Hemingway, “Tutti i racconti”
Jane Austen, “Emma”
Natalia Ginzburg, “Lessico famigliare”

Per maggiori informazioni sulle Officine di Roma, contattateci all’indirizzo email corsidiscritturacreativa@gmail.com oppure al numero 3483235264.